Verso un nuovo standard visivo con Project Offset

Verso un nuovo standard visivo con Project Offset

Project Offset ha già destato la curiosità degli appassionati dei giochi innovativi e di chi è attento alle evoluzioni puramente grafiche. Uno sparatutto 3D ad ambientazione fantasy che si propone di scardinare ogni graduatoria in merito a grafica, fisica, stile di gioco, esperienza multiplayer e molto altro ancora.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Tecnologia

Il motore grafico che sarà alla base di Project Offset è stato appositamente creato per il gioco in questione. Il suo nome è Offset Engine e costituisce una piattaforma completa per la realizzazione di giochi per le console di nuova generazione e per PC. Non c'è ancora nulla di ufficiale, ma Project Offset dovrebbe essere disponibile nelle versioni Xbox 360, PlayStation 3 e PC. Inoltre, il tutto è stato realizzato senza la disponibilità di un grosso produttore alle spalle, quindi tenendo d'occhio principalmente la riduzione dei tempi di sviluppo e dei costi. Insomma, ogni elemento del motore grafico è stato pensato nell'ottica di ottimizzare il lavoro per una piccola software house, senza avere la necessità di ricorrere ad un facoltoso distributore.

Offset Engine utilizza un sistema di rendering HDR a 64 bit in virgola mobile. Ciò consente di calcolare un numero di colori decisamente più elevato di quanto ne appariranno nell'immagine finale sul monitor, permettendo una precisione dei colori di tipo cinematico.Il motore supporta pienamente la tecnologia normal mapping, la quale consente di ridimensionare il numero dei poligoni rispetto a modelli originali che non ne fanno uso. Un modello realizzato con migliaia di poligoni può essere reso con questo sistema senza alcuna perdita di qualità o di dettaglio con un numero di poligoni rientrante nell'ordine delle centinaia.

Il sistema di shader è estremamente avanzato e, a detta dei realizzatori dell'Offset Engine, permette agli artisti di realizzare qualsiasi tipo di effetto visivo senza ricorrere ad un programmatore professionista. Effetti complessi che normalmente richiedono ore e ore di programmazione adesso possono essere realizzati in una manciata di secondi. Sono supportati sette tipi di fonti di illuminazione: omni light, omni projector, spotlight, spotlight projector, directional e sky light. Questi tipi di illuminazione consentiranno la proiezione delle ombre in tempo reale e, alcune di esse, utilizzeranno degli shader che realizzeranno delle ombre ancora più particolareggiate (effetti caustici).

Offset Engine è in grado di mostrare tantissimi modelli poligonali contemporaneamente sullo schermo, senza perdita di prestazioni. Ciò è fondamentale per assecondare le caratteristiche di gioco che abbiamo descritto in precedenza, le quali richiedono un numero di personaggi molto elevato. Uno spettacolare video con i goblin disponibile sul sito ufficiale del progetto dimostra quanto stiamo dicendo.

 
^