Verso un nuovo standard visivo con Project Offset

Verso un nuovo standard visivo con Project Offset

Project Offset ha già destato la curiosità degli appassionati dei giochi innovativi e di chi è attento alle evoluzioni puramente grafiche. Uno sparatutto 3D ad ambientazione fantasy che si propone di scardinare ogni graduatoria in merito a grafica, fisica, stile di gioco, esperienza multiplayer e molto altro ancora.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Multiplayer

In questa modalità due squadre si affronteranno in battaglie su ampia scala, con l'obiettivo di portare a termine alcuni traguardi collocati sulla mappa. Durante la battaglia sarà possibile accumulare esperienza o nuovi elementi per il proprio equipaggiamento, in modo da essere pronti al momento dei duelli decisivi. Le postazioni tattiche saranno importantissime, per cui dovranno essere difese e pattugliate accuratamente. Queste potranno, ad esempio, consentire l'attacco alle mura del castello nemico o l'arrivo di rinforzi.

Strategicamente sarà molto utile anche l'attacco dall'alto o dalle superfici d'acqua. Un eroe con un dragone, infatti, potrà planare sugli ignari nemici e farne fuori più di uno contemporaneamente. Ovviamente, anche da terra sarà possibile attaccare un avversario in volo: un arciere, ad esempio, potrà mirare ad un'ala del dragone, compromettendo così la mobilità di quest'ultimo. Sia il volo con le creature che gli attacchi dalla distanza saranno regolati dal livello raggiunto nelle rispettive abilità, le quali saranno migliorabili anche nel corso della battaglia. Inoltre, gestire il dragone in volo richiederà delle particolari abilità, in quanto non sarà possibile, ad esempio, atterrare senza le giuste precauzioni.

Dovremo fare i conti anche con la conformazione di quanto ci circonda, in virtù del fatto che ogni elemento delle mappe potrà essere sfruttato nell'ottica del raggiungimento dei vari obiettivi. Allo stato attuale delle cose rimane comunque incerto il tipo di supporto relativamente al motore fisico. Quel che è certo riguarda la presenza del rag doll, di reazioni dinamiche dei vari corpi se sottoposti a sollecitazione e la possibilità di distruggere quanto ci circonda.

Questa struttura è stata paragonata a quella già vista in Battlefield 2: scontri a fuoco sia in aria che in acqua che sulla terra costituiranno il filo conduttore tra i due giochi. E' ovvio che, comunque, Project Offset si distinguerà dal capolavoro di Digital Illusions CE per tutta una serie di elementi come quelli legati alla struttura da RPG o da RTS, all'ambientazione, alla conformazione delle classi e altro ancora.

 
^