Sette volte Lara Croft

Sette volte Lara Croft

L'attesissimo settimo episodio della conosciutissima serie di Tomb Raider sarà rilasciato l'11 aprile. Diamo un'occhiata a tutte le caratteristiche che sono state divulgate finora, nella speranza di riscoprire i vecchi splendori che ormai i Tomb Raider hanno perso con gli ultimi episodi della serie. Crystal Dynamics riceve un'eredità pesante da Core Design: ne sarà all'altezza?

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Introduzione

La serie dei Tomb Raider è tra quelle più vendute e più giocate dell'intera storia dei videogiochi. Era il 1996 quando Core Design, guidata dal geniale Toby Gard, sfornava quel grande capolavoro che da lì a poco avrebbe completamente stravolto il genere al quale apparteneva. Il primo Tomb Raider riuscì, di fatto, a scalare ogni record di vendite e ad innovare l'intero panorama videoludico grazie ad una struttura di gioco estremamente innovativa. Dal 1996 molto è cambiato, nel senso che i videogiochi che potremmo definire "cloni di Tomb Raider" si sono moltiplicati esponenzialmente, facendo del genere degli adventure in terza persona uno dei generi in assoluto più inflazionati.

Nel 1997 Core Design sfornò l'immancabile sequel di Tomb Raider, realizzando nuovi traguardi in fatto di qualità e in fatto di schiera di appassionati che ormai si andavano sempre più legando a quella struttura di gioco. Moltissimi videogiocatori, da lì in avanti, entreranno nel mondo dell'intrattenimento elettronico quasi esclusivamente grazie alla serie, restando per sempre attaccati alle vicende di Lara Croft. Dal terzo episodio in poi, tuttavia, cominciano a mancare le innovazioni: la gente intuisce che Eidos Interactive e Core Design stanno utilizzando la serie esclusivamente per fini commerciali. Tomb Raider 3, 4 e 5, pertanto, ricevono scarsi consensi dalla critica specializzata, pur mantenendo un alto livello di vendite. Il rischio è che la saga perda il suo posto di vertice all'interno del panorama videoludico, lasciando a produzioni ben più originali questa invidiabile collocazione.

Il fenomeno Lara Croft, intanto, cresce a dismisura, tanto che il personaggio diventa estremamente popolare anche al di fuori del mondo dei videogiochi. Si tratta della prima volta che il settore videoludico ha un legame così stretto con altre componenti del marketing, grazie ad apparizioni di Lara Croft nei più svariati ambiti, persino in un video del celebre gruppo rock U2. Vengono prodotti anche due non fortunatissimi film, girati rispettivamente da Simon West e da Jan de Bont. Lara Croft, come tutti sanno, è stata interpretata dalla stupenda Angelina Jolie.

Intanto, il sesto episodio della serie, Tomb Raider: The Angel of Darkness, delude profondamente la critica e gli appassionati: si è trattato del momento più buio dell'intera saga, in cui il fenomeno del ridimensionamento della sua popolarità è stato più evidente. Il fallimento del sesto episodio ha comportato il licenziamento dello storico team Core Design e all'ingaggio di un nuovo team, Crystal Dynamics. Si tratta di una software house con una certa esperienza in fatto di arcade adventure in terza persona, in quanto autrice dell'ottima serie Soul Reaver. Lo stesso team ha realizzato anche lo sparatutto 3D Project: Snowblind, non certamente un capolavoro ma probabilmente leggermente sottovalutato.

Tomb Raider: Legend sarà commercializzato quasi dieci anni dopo il primo episodio della serie. Il prossimo 11 aprile sarà, infatti, in commercio nelle versioni PlayStation 2, Xbox e PC, mentre arriverà nei negozi il 25 aprile in quelle PSP e Xbox 360. Tutti si aspettano un ritorno degno del nome che la saga porta, con quelle innovazioni che hanno terribilmente latitato nelle ultime edizioni del gioco. Il cambio di team e il puntare ad un rinnovamento soprattutto in relazione al gameplay sono gli elementi più incoraggianti in questa fase dello sviluppo del gioco.

 
^